34162928_10155636533285415_8406963981553500160_nIngeborg Meier Andersen (DK/NL) è performer, danzatrice e studente presso The School for New Dance Development – SNDO di Amsterdam. La sua ricerca attuale si concentra sul fenomeno dell’ essere “fuori ritmo”. Questo tema si è sviluppato come una contraddizione al sua formazione di danza più convenzionale sia a Copenhagen and London.

lucia-5-mod.jpgLucia Di Pietro (IT) è danzatrice, coreografa e artista multidisciplinare. I suoi lavori esplorano l’ambiguità di percezione che c’è tra realtà e finzione con l’obiettivo di generare alternative nell’abitare e percepire spazi, contesti e idee. Si è formata in Coreografia e Performance tra Torino, Lisbona e Vienna e vive e lavora tra l’Umbria e la Sicilia, collaborando con numerosi centri culturali indipendenti. Lucia crea le proprie opere in maniera indipendente nel campo della danza, della performance e dell’installazione visiva sin dal 2011. www.luciadipietro.com

sofiabucci1Sofia Bucci (IT) è fotografa e rilegatrice di libri nel tempo libero. Si occupa di self-publishing e DIY books. Dopo il diploma di maturità classica intraprende gli studi presso la Scuola Romana di Fotografia, dove consegue il Terzo Master. Non scatta foto facili o difficili. Scatta foto. Terresti e terrene come lei, con la consapevolezza che la sua adesione al suolo è una zavorra e non solo una forma di legame appassionato alla realtà. Racconta di sé – vanitosa quanto basta perché possa rileggersi e non urtarsi; delle persone che ama e che ci sono. Di quelle che porta dentro perché non è riuscita a portarle di fianco. Parla di poche cose, sempre le stesse, in verità. Ma sono vere. A chi lo desidera, lascia il beneficio del dubbio e dell’immaginazione. www.sofiabucci.com

calas2Fenia Kotsopoulou (GR/UK) è un’artista interdisciplinare Greca, con base in Gran Bretagna. I suoi lavori spaziano dalla performance (art) alla danza, video e fotografia. Ha conseguito un MFA in Choreographing Live Art all’Università di Lincoln, ed una laurea in Danza all’Accademia Nazionale di Danza a Roma. Temi che spesso investiga con i suoi lavori sono: il corpo come spazio di trasformazione e deposito di emozioni; memoria personale e collettiva; documentazione performativa ed usi alternativi degli archivi; formazione e decostruzione dell’identità femminile. In ricerca di un modo più olistico possibile di creare e fare ricerca collabora con artisti di diverse discipline. www.feniakotsopoulou.wixsite.com

picGiuseppe Vincent Giampino (IT) è nato a Roma. Dopo la scuola superiore ha frequentato diversi corsi di filosofia presso l’Università La Sapienza portando avanti, nello stesso tempo, il suo interesse per il teatro fisico e la danza. Ha studiato coreografia ad Amsterdam presso The School for New Dance Development – SNDO, imparando ad usare i mezzi coreografici per strutturare la sua pratica artistica. Ha studiato, tra gli altri, con Deborah Hay, Benoit Lachambre, Martin Spangberg, Katie Duck, Kristie Simson, Igor Dobricic, Trajal Harrell, Ria Higler, Matej Kejzar, Kenzo Kusuda, Keren Levi, Bruno Listopad, Martin Nachbar e Vincent Riebeek. Nel 2018 il suo lavoro è stato selezionato Vetrina XL.

moreno pernaMoreno Perna (IT/NL) è performer, creatore e manipolatore di immagini, che connette il mondo teatrale con il mondo del cabaret notturno attraverso l’uso del movimento, della moda e di forti immagini simboliche. La sua  estetica può essere definita come “Pop-Post-Moderno”, ed il suo lavoro è un viaggio multi-mediatico immerso in simbolismi gestuali e visuali, provocanti ed ipnotizzanti, che seducono lo spettatore. La sua ricerca si sviluppa attorno al tema dell’identità come costruzione culturale e fittizia: mettendo in discussione la nozione preconcetta di “identità”, con l’obiettivo di esporre ciò che è nascosto dentro di noi e “umano”. Moreno lavora anche come danzatore e collaboratore dell’artista Jan Fabre, performando in ruoli importanti nelle performance “Mount Olympus – to Glorify the Cult of Tragedy” e “The Power of Theatrical Madness”. Dal 2017, Moreno Perna è coreografo residente a Dansmakers Amsterdam.  www.morenoperna.com

IMG_6605Martino Antocchi (IT) è ceramista e scultore. Dopo il liceo artistico, frequenta la Scuola di Alta Specializzazione d’Arte della Medaglia – Istituto Poligrafico e Zecca dello Stato (Roma). Partecipa a corsi di formazione presso l’ Accademia di Belle Arti di Roma e alla Galleria degli Uffizi di Firenze per specializzazioni sul disegno e disegno dal vivo. E’ artista poliedrico, usa tutti i tipi di materiali (legno, tufo, terracotta, metalli e gesso). L’ incontro con l’artigiano e scultore Juan Brito a Lanzarote (ES) lo introduce alla lavorazione per oggetti di uso quotidiano secondo la tecnica “mojon”, aborigena, diffusa principalmente nel Nord Africa. Il fascino di questa antica modellazione, la ricerca di mescole di terre diverse, l’ uso di arnesi naturali (conchiglie, sassi e ossa), si traduce oggi in una personalissima ricerca sulla ceramica, che coniuga passato e presente tramite una rilettura artistica, che guarda al “vaso scultura” come oggetto comune, ma anche e soprattutto, come archetipo della civiltà.

daz_mixerDaz Disley (UK) è digital artist con formazione in audio-production e software design. Il lavoro visuale di Daz spesso usa un approccio musicale: esplorando la temporalità così come i più tradizionali elementi compositivi, quali lo spazio e il colore. Quando non si trova dietro una camera (principalmente lavorando nel campo della video-danza), nel suo studio di editing, o a lavoro con qualcuno nel tentativo di sviluppare qualche folle installazione audio con molteplici canali, allora è nella camera oscura a sviluppare imagini usando tecniche fai-da-te, chimica fatta in casa e camere aggiustate alla meglio. www.dazdisley.co.uk

calas2Paula Chaves (CO/NL) inizia i suoi studi di danza e circo in Colombia e USA. Continua la sua ricerca artistica in Olanda, dove consegue una laurea in coreografia presso l’ S.N.D.O. Scool for New Dance Development. Ancora oggi, Paula, pratica danza aerea su tessuti di seta fino a venti metri di altezza. Nei suoi lavori Paula esplora i linguaggi tradizionali della Colombia in contrasto con le politiche economiche e sociali neoliberaliste e capitalistiche Americane ed Europee.

calas1Jija Sohn (J/NL) è un’artista versatile che vive e lavora ad Amsterdam. Studia in Giappone, Stati Uniti e in Europa. Ottiene una laurea in coreografia presso l’S.N.D.O. School for New Dance Development. Nel 2016 riceve il premio Moving Forward ed è attualmente supportata dalla casa di produzione artistica Dansmakers di Amsterdam. www.jijasohn.com

cala3sRiccardo Guratti (IT/NL) inizia a studiare teatro e danza a Cori. Prosegue i suoi studi presso l’Accademia Nazionale di danza di Roma, poi Palermo, Berlino ed Amsterdam dove consegue la sua seconda laurea in Coreografia presso L’S.N.D.O. School for New Dance Development. Collabora e danza con artisti di fama internazionale come Benoit Lachambre e Matej Keizar.  www.riccardoguratti.wordpress.com

calas5Davide De Lillis (IT/DE) studia teatro e danza contemporanea in Italia, collabora con artisti come Alessandra Luberti e Claudio Collovà. Prosegue i suoi studi a Berlino presso K.I.M. Kosmos In Movement. Fonda i gruppi di arti performative 77 Stolen Fish e ¿Che.Ne.So?. Collabora come interprete con l’artista Tino Seghal. Consegue nel 2016 il Master in Live Art presso l’ Università di Lincoln (UK).www.davidedelillis.wordpress.com